Asce Oristano,  Comunicati stampa

Emergenza abitativa per tre famiglie rom

Comunicato stampa A.S.C.E.

“Occorre accelerare i tempi e trovare una soluzione stabile per le famiglie Rom rimaste senza casa dopo l’incendio dello scorso 28 settembre. Per tutte e tre, senza incomprensibili e pretestuose distinzioni”. Lo sostiene Stefano Colaneri, dell’Asce, l’associazione sarda contro l’emarginazione.

“Da settembre seguiamo la vicenda, con il movimento Kethane abbiamo avuto finora numerose interlocuzioni con il Sindaco Massimiliano Sanna e la Giunta di Oristano. Ci preoccupa la lentezza con la quale si cerca una soluzione abitativa per le tre famiglie rimaste senza un tetto e costrette a vivere nei camper. La clemenza delle attuali temperature non autorizza a perdere altro tempo, minori, anziani e persone malate non possono certo affrontare l’inverno in roulotte”. Per Asce, poi, “la delibera del 14 novembre sull’assegnazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica va ritirata. La precedente deliberazione, oggi modificata dall’Esecutivo, prevedeva l’aggiudicazione di tre case ad altrettante famiglie Rom. Anziché procedere celermente, si decide di andare avanti con l’assegnazione ma solo per i nuclei con minori, tagliando fuori di fatto la famiglia di soli adulti (maggiorenni). Insomma, ancora una volta si cerca di togliere ai Rom diritti acquisiti e ottenuti secondo legge. Non possiamo accettarlo e non staremo a guardare. Denunceremo questo vergognoso abuso in ogni sede”, conclude Stefano Colaneri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *