A.S.C.E.

Associazione Sarda Contro l'Emarginazione

Manifestazione di solidarietà – Mercoledì 15 ottobre

, ,

Temi:

10710725_10201843823136812_6421445733348231197_nMANIFESTAZIONE DI SOLIDARIETA’ COL POPOLO KURDO CON LA PALESTINA E I POPOLI DEL MEDIO ORIENTE.
Cagliari, ore 16.30 Piazza Garibaldi

Kobane rischia di cadere nelle mani dei tagliagole dell’ISIS. E rischia di cadere nell’indifferenza delle istituzioni!
L’esercito mercenario e raccogliticcio dell’autoproclamatosi califfato sembra non trovare ostacoli nella sua avanzata se non nella gloriosa ed eroica resistenza del popolo kurdo e della sua punta più avanzata il PKK. Marciano essi verso un ritorno al Medio Evo e lo fanno armati ed addestrati di tutto punto con le armi più moderne e tecnologicamente avanzate.
Ogni giorno che passa diventano sempre più evidenti le complicità, le omissioni e la generosità con cui gli stati occidentali, la Turchia e Israele hanno allevato, e cresciuto questa banda di mercenari.
Continua così l’opera di destabilizzazione, di terrore e di morte che l’imperialismo (coi suoi vassalli Arabia Saudita, Qatar, Turchia e Israele) intende portare avanti in quella Regione che noi chiamiamo Medio Oriente. Dopo la Libia, l’Iraq la Siria, la Palestina adesso è il turno del Kurdistan.
Abbiamo ancora sotto gli occhi i duemila e passa morti di Gaza, i suoi feriti le sue rovine frutto di un’aggressione premeditata da parte dello stato sionista di Israele; non passa giorno senza che nella Siria venga compiuto un nuovo massacro e ci tocca assistere a questo ennesimo massacro in Kurdistan.
La Turchia dimostra le sue vere intenzioni nei fatti: impedendo il passaggio a chi intende portare aiuti alle popolazioni di Kobanè dopo che dalle sue frontiere ha fatto transitare gli equipaggiamenti e i mercenari di ISIS. Dopo che ad esso ha fornito aiuti ospedalieri e logistici.
Reprime le manifestazioni di solidarietà coi combattenti del Rojava e lo fa istituendo il coprifuoco nelle principali città del Kurdistan. La repressione si spinge tanto avanti da causare decine di morti di manifestanti solidali con la causa kurda che è una causa di libertà, e di resistenza.
Nessuno ha diritto di ignorare, di fingere di non sapere che in Rojava si combatte strada per strada, uomo contro uomo, che vengono uccisi donne e bambini che l’alternativa è una ed una sola:
Barbarie o libertà!
Manifestiamo la nostra solidarietà all’Autonomia Democratica del Rojava.
W il PKK autentico rappresentane dei popoli che vivono in Kurdistan.
Libertà per Ocalan e tutti i prigionieri politici.
Rinnoviamo la nostra solidarietà al popolo kurdo, palestinese e a tutti i popoli del medio Oriente.
Partecipiamo alla manifestazione di Mercoledì 15 ottobre alle ore 16.30, raduno in Piazza Garibaldi. A fine corteo assemblea in Piazza del Carmine.

Rete Italiana di solidarietà con il popolo kurdo                                                COBAS/Sardegna
Sardegna Palestina Sardigna Libera                                                               Sardigna Libera
A.S.C.E., Associazione Sarda Contro l’Emarginazione                                       USB Sardegna
Cagliari Social Forum


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.