A.S.C.E.

Associazione Sarda Contro l'Emarginazione

Solidarietà internazionalista

L’A.S.C.E. sposa una prospettiva internazionalista sulla base della quale la sua attività di analisi e la sua azione si spinge oltre i confini sardi.

Nella consapevolezza che l’azione di difesa dei diritti e di lotta alle ingiustizie necessiti di una chiave di lettura e di un’azione di carattere globale l’associazione intesse rapporti di solidarietà e condivisione con altre realtà e comunità del mondo.

Particolarmente vicina ai popoli oppressi, che chiedono il rispetto del diritto all’autodeterminazione, l’A.S.C.E. porta avanti incontri, eventi in presenza e a distanza con la partecipazione di ospiti internazionali e abbraccia le lotte dei diversi popoli e movimenti, tra cui quello kurdo, quello zapatista, quello palestinese e ogni altro che vede violati i propri diritti.

Popolo palestinese

L’A.S.C.E. collabora con l’Associazione Sardegna Palestina nell’impegno a

favorire la conoscenza e lo scambio tra la Sardegna e i popoli del Vicino Oriente e, in particolare, richiamare l’attenzione sulla Palestina, facendo conoscere ai sardi le condizioni di vita del popolo palestinese in lotta per la liberazione contro l’occupazione della propria terra.

Associazione Sardegna Palestina

Rete Kurdistan Sardegna

Nata nel 2016 dall’impegno di alcuni membri dell’A.S.C.E. e da compagni di associazioni, gruppi, centri sociali, organizzazioni politiche e sindacali di base attive sul territorio regionale che negli anni hanno portato avanti le idee della causa kurda nella nostra isola attraverso solidarietà e percorsi di lotta e cooperazione con il Kurdistan.

Donne zapatiste

Movimento zapatista

Gli zapatisti sono un gruppo di attivisti per lo più indigeni dello stato meridionale messicano del Chiapas che ha organizzato un movimento politico, l’Ejército Zapatista de Liberación Nacional (Fronte di liberazione nazionale zapatista, più comunemente noto come EZLN), nel 1983

E così il primo accordo che raggiunsero i primissimi dei fu di riconoscere la differenza e di accettare l’esistenza dell’altro.

Subcomandante Marcos

Leggi di più sui popoli in lotta

  • Devrim è libero

    Respinta la richiesta turca di estradizione La Corte d’Appello di Sassari, investita dell’esame della richiesta di estradizione del cittadino tedesco Devrim Akcadag, avanzata mesi or sono dalle autorità turche, ha oggi respinto tale richiesta e deciso la liberazione di Devrim. Devrim Akcadag è un cittadino berlinese di origine kurda; opera nella città tedesca in ambito…

    Leggi tutto.

  • L’A.S.C.E. incontra il Mali

    Incontro online con la comunità maliana Carissimə, vi invitiamo a partecipare all’incontro online dal titolo “L’A.S.C.E. incontra il Mali. Incontro online con la comunità Maliana. Storia, attualità e cultura” organizzato dall’A.S.C.E. OdV e dall’Associazione Niokondeme. Alcuni dei rappresentanti della comunità Maliana in Sardegna e in Italia ci racconteranno l’attuale situazione politica, economica e sociale che…

    Leggi tutto.

  • Il “Giorno del ricordo” è una ricorrenza negazionista, aboliamola una volta per tutte

    Anche quest’anno, come ogni anno dal 2005, si è celebrata in tutta Italia la ricorrenza istituzionale del cosiddetto “Giorno del ricordo”, celebrato, secondo la legge istitutiva “al fine di conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel…

    Leggi tutto.

  • Appello pubblico. Liberiamo i migranti dal CPR di Macomer, ripristiniamo democrazia e diritti umani!

    Pubblichiamo un appello pubblico cofirmato con la Campagna LasciateCIEntrare, a seguito dell‘ennesimo grave episodio accaduto nel CPR di Macomer. Per adesioni si può scrivere a: asceonlus@gmail.com.Ricordiamo inoltre che è in corso una vasta campagna su scala statale per ottenere una Sanatoria immediata per i migranti privi di documenti. Mentre l’attenzione dei media ed il dibattito…

    Leggi tutto.

  • Se nella stampa si ignora il diritto alla difesa. Alcune riflessioni da un caso di cronaca.

    Il caso Il 21 novembre scorso la Polizia di Cagliari dava notizia, con una conferenza stampa, di un’operazione coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia (nominata “Calypso Nest”), che aveva condotto all’arresto di 21 persone, perlopiù cittadini nigeriani, con l’accusa di essere parte della Supreme Eiye Confraternity, uno dei principali sodalizi della mafia nigeriana. La notizia è…

    Leggi tutto.

  • A Cagliari Manifestazione contro l’assedio in Kurdistan

    La Turchia sta mettendo sotto assedio le città kurde, sta UCCIDENDO uomini, donne e bambini compiendo un vero e proprio GENOCIDIO. Il presidente turco Erdogan ha invaso la Siria per attaccare i kurdi – che hanno difeso e liberato KOBANE dall’ISIS – con la protezione, e quindi la complicità, di NATO, Stati Uniti, Unione Europea…

    Leggi tutto.